La Colomba Pasquale tra leggenda e tradizione

Dalla ricetta originale ai segreti dietro la Colomba Pasquale del Maestro Pasticcere Marco Massi

Caro amante della pasticceria,
con l’avvicinarsi della Pasqua, non c’è dolce che incarni lo spirito festoso e la tradizione più della colomba pasquale.
Storia, leggende e miti si intrecciano all’origine di questo dolce dalla forte potenza simbolica, segno di pace e di gioia, che, secondo diversi racconti, ha avuto un ruolo cruciale nella storia.


In questo articolo ti condurrò in un viaggio attraverso la storia e il gusto di questo lievitato.

La leggenda: dalle origini longobarde
Si narra che durante un lungo assedio durato ben tre anni alla città di Pavia, il Re Alboino si trovò di fronte a una situazione di stallo. In quel momento cruciale, la Regina Teodolinda offrì al Re una colomba pasquale. La colomba, con il suo profumo avvolgente, piacque talmente tanto al Re che decise di interrompere l’assedio. Questo gesto di generosità e di desiderio di pace diventò un simbolo di speranza e di volontà di risolvere i conflitti in modo pacifico, trasmettendo un messaggio di pace che ha resistito nel tempo.

La Colomba Pasquale dei nostri giorni
Se ci chiediamo a chi dare il merito della colomba pasquale così come la conosciamo oggi la risposta è Dino Villani nel 1990. Villani ebbe l’idea di creare un dolce pasquale ispirato ai panettoni, ma con un tocco innovativo sia nella forma che nella glassatura in superficie. Questa innovazione si rivelò un grande successo, conquistando una posizione di rilievo sul mercato dolciario.

Le mie colombe pasquali prendono vita dopo un ciclo produttivo di almeno tre giorni, regalando esperienze di gusto sopraffine. Sono realizzate con minuzia, precisione e tecniche artigianali che si rivelano al momento della degustazione.

Partendo dalla classica per eccellenza, con un soffice impasto arricchito da arancia navel siciliana e semi canditi. La lunga preparazione e la sapiente scelta delle materie prime la rendono perfetta per accompagnare le festività pasquali, con un equilibrio di gusti e consistenze che esalta il sapore e la fragranza, incarnando così la tradizione italiana.

Proseguendo con la versione al cioccolato, che aggiunge un tocco di golosità con una ricopertura di cioccolato Caffarel, una delle versioni più desiderate e ricercate del dolce pasquale classico. Realizzata con ingredienti genuini e un’attenta e lunga preparazione, il sapore del cioccolato si sposa con un soffice impasto profumato e una croccante copertura decorata con granella di zucchero, armelline e nocciole.

Passando a quella da farcire con la crema spalmabile alla Nocciola o al Pistacchio: un soffice impasto ancora più profumato che incontra la delicatezza della crema per lasciarsi completamente avvolgere dalla sua bontà, senza dimenticare la nota di croccantezza data dallo zucchero e dalle armelline in superficie.

Infine, la variante ai cereali e frutti di bosco, dove la storia dei cereali antichi si fonde con il dolce sapore dei frutti di bosco semicanditi, regalando nuove sensazioni al palato per un’esperienza di gusto unica. Una lunga lievitazione e una curata selezione degli ingredienti conferiscono a questo prodotto una morbidezza nell’impasto e una croccantezza nella copertura. Tutti i profumi della natura si concentrano in questo dolce dalle qualità aromatiche sopraffine, realizzato interamente a mano, con minuzia e passione.

Menu